Tra i numerosi volontari di Protezione Civile che sono partiti per andare in aiuto alla popolazione colpita in Abruzzo dal terremoto di Aprile c'eravamo anche noi !!!

{mosimage}{mosimage}

Fin dai primi momenti dell'emergenza, il nostro settore di Protezione Civile si è infatti fatto trovare pronto alla chiamata ed ha mandato un volontario (e probabilmente altri partiranno prossimamente) ad operare direttamente sul campo.

Il volontario in questione è Lanza Claudio (responsabile anche del Settore e consigliere della Sesto Continente) che il 09 Maggio si è unito alla squadra creata dal Coordinamento Provinciale di Reggio Emilia ed è partito per una settimana di lavoro nel campo di Piazza D'Armi a L'Aquila.

Il campo in questione è il più grande dei campi allestiti, raccoglie gli sfollati di quella che viene definita la Zona Rossa (Aquila Centro) ed è da considerarsi probabilmente il più problematico da gestire, sia a livello logistico che a livello umano.

Con la qualifica di “addetto alla cucina” le mansioni di Claudio hanno spaziato dal magazzino mensa al cuoco passando anche dalla gestione della distribuzioni dei circa 1200 pasti distribuiti ogni giorno.

Una settimana di duro lavoro e di emozioni intensissime che hanno messo a dura prova, sia a livello fisico che a livello psicologico, tutta il gruppo partito dalla nostra provincia.

Parlando con chi è tornato si rivivono momenti di gioia, legata al semplice “dare una mano”, e momenti di dramma, che solo una tragedia di questo tipo può dare, ma in tutti si percepisce sempre e comunque la voglia di tornare il prima possibile in Abruzzo.

Per la Sesto Continente, questa partecipazione, è stato un capitolo che rimarrà scritto nella storia della nostra associazione. Per la prima volta ci siamo trovati in prima linea a fare quello che avevamo “provato” solo in esercitazioni e che è lo scopo principale per chi fa parte di questo settore :

AIUTARE

Da questa esperienza tutto il Settore di Protezione Civile della Sesto Continente esce arricchito e, grazie a Claudio Lanza ed agli altri volontari che parteciperanno alle prossime spedizioni, più consapevole dell'importanza che può avere ciascuno di noi nei casi di emergenza e non solo.

 

Vi terremo informati di eventuali altre nostre presenze nei Campi dell'Abruzzo.