La stagione delle uscite settore aggregativo è già iniziata da un paio di mesi e per alcuni non si è mai arrestata.
Nonostante tutto la storica uscita di Maggio all'Argentario, in occasione degli esami dei corsi primaverili, rappresenta per molti Subacquei della Sesto Continente il momento del risveglio.
Già scorrendo la lista delle 60 prenotazioni si preannuncia una partenza col BOTTO.
Ritrovo venerdì ore 7 a Reggio , non per tutti, alcuni vengono con auto propria, saliamo sul pullman, si parte!!!
Si percepisce subito la voglia di divertirsi che ci riporta alle gite scolastiche.
Alle 8 si stappano già bottiglie di prosecco e si affettano salami, poi gnocco, ciccioli e torte come se piovesse.
In effetti sta piovendo, le previsioni per il weekend non sono proprio clementi
Alle ore 13 ci ritroviamo tutti all’ hotel Don Pedro a Porto Ercole,  una rapida sosta per sistemarsi poi tutti in barca, ognuno con il proprio gruppo per fare immersioni.
Il 2° grado, dopo aver svolto gli esercizi a corpo libero e superato positivamente le valutazioni si prepara per la notturna, purtroppo  un forte ed improvviso maestrale ne impedisce lo svolgimento.
Niente paura “ripieghiamo sulla cena” ………ci rifaremo il 4 luglio in grotta Byron.
Sabato mattina è tutta un'altra musica. Le previsioni in parte disattese ci concedono sole e mare abbastanza calmo.
Siamo di nuovo tutti in barca, la giornata è splendida.
I gruppi si dividono, i gitanti partono per tuffarsi all' isola del Giglio, il 3° grado si dirige a Giannutri, il 2° grado resta in Argentario per svolgere le immersioni di brevetto.
Dopo una bellissima giornata di mare, ci aspetta un’ottima cena a base di pesce e dopo tanta acqua, tanto vino……..
Come di consueto dopo  cena avviene la consegna dei brevetti, a questo punto la festa ha inizio!!!!!
I corsisti sono scatenati, si va dagli scherzi ai gadget, alle magliette celebrative.
Poi tutti a nanna, perché la domenica mattina il risveglio è fissato per le  7.
Già a colazione risulta evidente che sarà una bellissima giornata di sole e mare calmo. Allora via per l’ultimo tuffo del weekend seguito da un ottimo pranzo a base di pesce.
Il viaggio di ritorno in pullman è molto più silenzioso di quello di andata.
C’è chi dorme, chi rielabora le esperienze del weekend, chi rinsalda nuove amicizie appena maturate.
Certamente il pensiero dominante è quello di tornare in mare al più presto in compagnia di nuovi e vecchi amici.

Doveroso riportare quanto scritto da uno degli allievi di 2° grado su facebook alla fine del weekend:

"Due o tre cose che so sulla Sesto Continente
La Sesto Continente...il nome è già evocativo.
Un piccolo grande mondo in cui sono racchiuse un sacco di cose: intanto è pieno di gente che cerca...innanzitutto se stesso , perché noi subbi lo sappiamo che là in fondo al mare si va per incontrare quel che veramente siamo..., e più giù si va e più c'è poco da indossare maschere o atteggiamenti. E la gente che cerca è gente che non si ferma al primo sguardo od impressione, è gente che va oltre. Magari va a cercare proprio quel continente che sulle carte forse non c'è. ...ma non è mai un valido motivo per non cercare.
E poi la Sesto è molto molto altro : zavorre...di risate, gav... gonfiati di allegria, erogatori...di tolleranza.
È un luogo ormai raro la Sesto.
Riesce a diventare casa tua in un attimo e te la porti dentro anche quando sei abbondantemente all asciutto.... È un piccolo mondo da preservare insomma. Le persone artefici di questo piccolo miracolo forse prese una ad una sono persone normali ma insieme sono capaci di questa splendida follia.
Istruttori di molte , molte cose.
Ti inculcano pian piano un modo di pensare e di essere che nasce ben prima di toccare l' acqua.... Istruiscono al capire prima di giudicare , al pensare a te certo...ma anche a quello al tuo fianco, ad avere coraggio di essere ciò che sei. E molto altro.
Per cui che dire : noi secondi gradi ( mi prendo la libertà ) vi ringraziamo di averci portato dove molti di noi, io per primo, non pensavamo di poter andare....ci avete regalato pinne per nuotare ma anche ali per volare !!!
Ora godetevi il meritato riposo perché presto torneremo"
G.Lenzi