Grandissimo successo per l'immersione effettuata alla Piattaforma affondata Paguro. Eccovi un piccolo resoconto e qualche immagine della giornata .....

La giornata parte come al solito al bar Burani, ritrovo alle 6.50 per il disbrigo delle pratiche (come la consegna delle bombole) e veloce ceck tecnico per l’immersione.
Arrivo a porto Corsini puntualissimi, sole splendente, mare piatto,
parcheggio praticamente attaccato al rimorchiatore Gladiator e quindi comodissimo per il carico e scarico dell’attrezzatura.
Partenza alle 9.45, le due ore di navigazione passano tranquillamente, tra il montaggio dell’attrezzatura,i momenti di aggregazione,la composizione dei gruppi e delle coppie, la presentazione delle guide messe a disposizione dall’associazione Paguro ed il briefing (molto particolareggiato).
L’immersione al PAGURO non è semplice, non per la profondità  (20-25m), ma per la visibilità. Siamo infatti stati avvertiti dalle guide che dalla superficie fino ai 10 metri avremmo trovato una visibilità di zero, quindi tassativa la discesa lungo la sagola.
Arrivati sul relitto la visibilità era di 5-6 metri ma con poca luce (condizioni che creano un atmosfera unica e molto particolare).
Durante l’immersione abbiamo incontrato un gronco in tana (conge-conger), un nudibranco (catrena peregrina), un granchio enorme (maja squinado), un grosso astice (homarus gammarus), uno scorfano (scorpaena porcus), pinne nobilis, cozze fuori misura e tanto altro.
Siamo entrati anche nella “stanza delle corvine” ma erano nascoste, ed abbiamo effettuato dei passaggi molto pittoreschi tra i vari tralicci interamente ricoperti di vita marina.
Risaliti ci attendeva l’aperitivo della sesto e la pasta del capitano (che non è un dentifricio).
Diciamo poi che la regola "non fare sforzi dopo un immersione" non è stata rispettata da molti, in quanto i salami, le torte, l’erbazzone, lo gnocco, il pane, le bottiglie dovevano essere preparati ......
È stata dura anche se abbiamo rischiato l'MDD !!!!!!!
Nel complesso penso che tutti i partecipanti abbiano trascorso una splendida giornata.
Al rientro il capitano del Gladiator ci ha fatto i complimenti dicendo “ in tanti anni di immersioni al Paguro non mi è mai capitato un gruppo così organizzato”.
A presto !!!!!
Boni Giuseppe